Campeggio libero ai Piani di Fora

Per maggiori informazioni
CLICCA QUI

Dopo due anni, in attesa di trovare l’occasione giusta, finalmente siamo riusciti ad organizzare un’escursione durante la quale avremmo fatto campeggio libero. Lorenzo ha scelto i piani di Fora e devo dire che ha scelto proprio bene.

È un luogo meraviglioso e infatti è molto gettonato dai fotografi. Ma per fortuna il weekend scorso non abbiamo visto anima viva dalle 16:00 del sabato alle 12:00 della domenica. Sembrava di avere la montagna tutta per noi.

Aabbiamo messo giù la tenda di fronte al laghetto.

Purtroppo però la sera si è alzato un forte vento che ha abbassato drasticamente le temperature. Ci siamo dovuti spostare dietro alle rocce dall’altra parte del lago per ripararci dal vento, riuscire ad accendere il fornello e cucinarci un buon piatto caldo di spazle panna e speck.

Verso le 21:00 il cielo si è fatto rosa e c’era una luce bellissima. Sarebbe stato bello avere una macchina fotografica decente, invece ci siamo dovuti accontentare dei telefonini.

Il mattino dopo ci sentivamo come gli infetti di “Io Sono Leggenda” quando aspettano di essere raggiunti dalla linea dell’ombra per uscire all’attacco. Solo che per noi era il contrario. Eravamo in attesa che la linea del sole ci raggiungesse per poter uscire dalla tenda. Un freddo cane! Ma appena il sole ci ha raggiunti dopo pochi istanti eravamo già in t-shirt.

La mattina non c’era un filo di vento e il laghetto rifletteva perfettamente il Monte Disgrazia. Ci siamo scaldati il latte e abbiamo fatto colazione con cioccolata calda (Ovomaltine) e biscotti. Un risveglio da sogno.

Dopo aver smontato la tenda e ripulito il bivacco abbiamo risalito il sentiero dell’alta via fino a sopra le cascate.
Lassù era molto bello, c’era ancora un po’ di neve in fase di scioglimento e un’infinità di tane di marmotte. Si sentivano fischiare, ma purtroppo non le abbiamo viste. È stata una breve deviazione che valeva assolutamente la pena fare.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *